News

Bomboloni GPL

Nel corso di un recente incontro con installatori fiorentini abbiamo avuto modo di raccogliere nuovamente l’allarme circa le negligenze sull’installazione e soprattutto la manutenzione di bomboli GPL interrati.

I controlli periodici biennali (funzionali) e decennali (strutturali) sono temi critici, spesso non vengono rispettati o non vengono eseguiti correttamente al punto che la stessa UE, nel corso del 2018, ha scritto una nota ed in alcuni casi sono scattate inchieste giudiziarie.

L’impossibilità di verifiche visive complessive limita fortemente la capacità d’intervento e ancora si discute sulla piena efficacia della verifica acustica (per altro ancora facoltativa) o della verifica della protezione catodica.

In aggiunta, anche il livello qualitativo del GPL concorre alla corrosione poichè contiene a volte residui e impurità che acidificherebbero ( ricordo che non solo le installazioni sono soggette alla Prevenzione incendi ma che l’eventuale bonifica è a sua volta soggetta al Dlgs 152/06), per questo occorre farsi garantire formalmente la qualità del combustibile consegnato.

L’Inail effettua sia la verifica di primo impianto e/o esonero dalla prescrizione relativa alla verifica biennale di funzionamento di serbatoi Gpl sia la verifica di riqualificazione decennale.

L’esecuzione di tali verifiche devono essere richieste all’Unità operativa territoriale competente, poiché variano in base alla tipologia di installazione del serbatoio.

In conclusione vale quindi la pena indicare tutte queste precauzioni nel libretto uso e manutenzione da redigere al termine dell’installazione…insieme ai controlli visivi nelle manutenzioni ordinarie dell’impianto complessivo.

A titolo informativo allego infatti la guida inail sulle verifiche visive dei serbatoi GPL …non interrati.