News

Nuovi sviluppi regolamento FGAS

Faccio seguito alle novità introdotte dal Decreto 146/2018 per comunicare nuovi importanti sviluppi.

Accredia e il Ministero dell’Ambiente hanno approvato i nuovi regolamenti per certificare le persone e le imprese ai quali Xenex si è allineata già per i prossimi i prossimi corsi FGAS di febbraio .

In secondo luogo lo stesso Ministero ha pubblicato i primi chiarimenti.

Al contrario di quanto sostenuto da alcuni operatori del settore, nel caso di imprese individuali, se il titolare dell’impresa è anche la persona che svolge le attività per le quali è richiesta la certificazione, si dovrà comunque certificare sia l’impresa che la persona .

La semplificazione per le imprese individuali sta in un apposito iter, maggiormente snello, per il quale siamo fin da ora a disposizione per chi necessitasse di approfondirlo.

Sono stati istituti i modelli per le richieste di esenzione e deroga alla certificazione, ad esempio per chi effettua solo Brasature o chi ha un contratto di apprendistato ed opera sotto la sorveglianza di un responsabile certificato.

Tali esenzioni e deroghe sono sempre rilasciate dalla camere di commercio competenti alle quali vanno inviate le domande onde non incappare in eventuali sanzioni.

Il Ministero ha chiarito che la soglia di 5 tonnellate di CO2 equivalenti è utilizzata esclusivamente per determinare gli obblighi e la frequenza dei controlli delle perdite.

Di conseguenza l’uso della banca dati (il nuovo registro) per le attività di controllo delle perdite, le attività di installazione, assistenza, manutenzione, riparazione, smantellamento, è a prescindere dal sopracitato contenuto.

Non a caso i rinnovi e i mantenimenti delle certificazioni di persone e imprese sono subordinati ad una verifica dei loro interventi nella banca dati stessa.

La dichiarazione ad ISPRA è stata abrogata pertanto le informazioni del 2018 (termine teorico di comunicazione 31 maggio 2019) non dovranno essere trasmesse.

Tuttavia, a partire dal 24 settembre 2019, a seguito del primo intervento utile, l’impresa certificata deve comunicare alla Banca dati le informazioni del registro.