News

Nuova UNI 10389-1

E’ stata appena pubblicata la nuova UNI10389-1, la norma che serve ad installatori e manutentori di caldaie a gas per poter effettuare l’analisi di combustione.

Ricordo che l’analisi di combustione va effettuata alla messa in servizio del generatore da parte dell’installatore (argomento spinoso) ed ogni qualvolta che si mette mano al circuito di combustione.

Tale analisi è altresì richiesta dal catasto impianti termici ed è il metodo da privilegiare nel stabilire se il generatore osservato è in linea con i parametri del costruttore e quindi idoneo all’uso…spesso basta la temperatura fumi per stabilire l’esistenza di problemi allo scambiatore.

L’analisi di combustione deve essere effettuata con il generatore stabilizzato cioè la variazione della temperatura dei fumi deve essere inferiore a 2 gradi al minuto e, per i generatori a tiraggio naturale su CCR, si presuppone in generale che lo stato di regime sia raggiunto dopo 10 minuti dall’accensione

Deve essere sempre verificata e indicata la temperatura di mandata e ritorno dell’impianto per stabilire in quale condizioni sta lavorando la caldaia, ad esempio quelle a condensazione possono lavorare sia a 80-60 piuttosto che 40-30, con rendimenti di combustione sensibilmente diversi.

Durante il test non deve manifestarsi nessun riflusso in ambiente e la portata termica alla quale si esegue la prova deve essere quella massima usata nel normale funzionamento: se il generatore è solo riscaldamento si verifica alla massima portata ottenibile ma, in caso di difficoltà, si fa funzionare il generatore in acqua calda sanitaria (o in funzione spazzacamino).